25-04-2016 20:00

Comunicato stampa

Decima Comunicazione Iplom

OGGETTO:​Comunicazione ai sensi del combinato disposto art. 242, comma 1 e art. 304, comma 2, del D. Lgs. 152/06 e s.s.m.m.i.i..

Facendo seguito alla precedenti comunicazioni in allegato alla presente si trasmettono relazioni su stato avanzamento lavori predisposte dalla società Belfor per le operazioni di MISE e Castalia S.p.A. relativamente sia al completamentodella 1^ post emergenziale della MISE e della pulizia con scarifica degli alvei, che delle attività a mare e sui litorali.

Relativamente alla richiesta di fornire una stima aggiornata della quantità di materiale fuoriuscito a causa dell’incidente e di quello già raccolto allo scopo di dimensionare la prosecuzione degli interventi di messa in sicurezza di emergenza attualmente in corso sin rappresenta quanto segue:

 

STIMA PETROLIO GREZZO SVERSATO

Trova conferma la stima di 500 mc di petrolio greggio E-BOK.

A tale valore, essendo in corso al momento dell’evento lo sbarco del fondo delle cisterne della frazione del carico dove si concentra in maggior misura l’acqua presente nel grezzo, devono quindi aggiungersi un volume dell’ordine di 200÷250 mc di frazione acquosa.

 

STIMA PRODOTTO PETROLIFERO RECUPERATO

Come evidenziato dai consuntivi indicati da Belfor ad oggi risultano raccolti

4050 mc emulsioni oleose

255   mc  terreni superficiali contaminato

8       mc materiale vegetale 

40     mc materiale assorbente (panne, fogli assorbenti, ecc.)

Applicando i fattori di stima del contenuto idrocarburico forniti dai centri di raccolta e derivanti dall’esperienza operativa, si valuta un quantitativo recuperato dell’ordine dei 490÷495, ovvero dello stesso ordine di grandezza del rilascio, a conferma della conclusione  della 1^ post emergenziale della MISE.

 

Le operazioni proseguiranno, sempre in ambito MISE ex-art.242 D.Lgs,152/06 e s.m.i.,  con interventi puntuali volti alla risoluzione di problematiche localizzate così da traguardare l’obbiettivo di rimozione di tutto il grezzo rilasciato tecnicamente asportabile.

Nella giornata di martedì verrà presentato alla Procura della Repubblica piano operativo di intervento per il recupero degli elementi probanti indispensabili per le attività di indagine, nell’ambito del quale verranno valutate la opportunità e la realizzazione di tutti quegli interventi utili all’avanzamento della MISE compatibili con le esigenza di mantenimento dei luoghi.

Sono comunque previste opere provvisionali, quali ad es. la realizzazioni di condotte di imbrigliamento e convogliamento del Rio Pianego, in grado di prevenire effetti di eventuali avanzamenti del fronte dello smottamento attualmente presente in zona.

Si evidenzia che tutti gli eventuali rilasci di prodotto dalla zona sono comunque efficacemente contenuti  con le briglie già presenti ed i fogli assorbenti che hanno già evidenziato un elevato grado di affidabilità ed efficienza.

In considerazione dello stato avanzamento attività  l’organizzazione di emergenza sarà ulteriormente adeguata alle mutate esigenze di presidio ed intervento, così da mantenere, pur con un ridotto numero di mezzi, un ottimale livello di efficacia ed adeguata capacità d’intervento.

 

Saluti​  ​    

IPLOM S.p.A.

Il Gestore

​Dott. Ing. Vincenzo Columbo

 

pdf 160252_IPLOM_MISE_Rel_25042016_h13.pdf

pdf Relazione_Genova_Polcevera_24_aprile_Rev00.pdf


<< indice news

IPLOM SpA - Sede Legale: via C. Navone 3/B 16012 Busalla (GE) - P.I. 11616440159 . pls